Privacy Policy Vai ai contenuti

Archivio

Categoria: Meditazione

DAL DISAGIO ALLA CRESCITA PERSONALE
UN LAVORO SULLE OPPORTUNITA’

ganesh

Incontri di meditazione a cadenza bimensile di circa un’ora e mezza ciascuno a partire dalle 19.30 presso il Centro Yoga Zenith Corso Torino 38/2 Genova tel. 347 9186722 a cura del dott. Antonio Strafella e della dott.ssa Simona Cappello

Un percorso di meditazione per trasformare le difficoltà in occasioni utili per poter crescere e migliorare .Si prenderà consapevolezza di ciò che ci procura fastidio e vergogna. Si lavorerà con tecniche di meditazione, rilassamento, mantra, mudra, nidra yoga, stimolazione di agopunti. Ogni incontro affronterà un tema che verrà coniugato anche a più riprese.

I temi saranno: “dalla vergogna alla bellezza”, “dal rifiuto all’accettazione di se e degli altri”, “dalla gelosia alla compassione”, “dall’inadeguatezza al coraggio”, “dall’inerzia alla creatività”.

Calendario degli incontri:

Ottobre Martedì 25
Novembre
martedì 8 e 29
Dicembre
Martedì 20
Gennaio
Martedì 10 e martedì 24

con orario dalle 19.30 alle 21.00

Per info e prenotazioni dott.ssa Simona Cappello 347 9186722
[email protected]

Vi aspetto numerosi, una nuova opportunità di crescita.

Om Shanti

EMOZIONI INTENZIONI E SENTIMENTI

shavasana

MARTEDI’ 28 GIUGNO ORE 19.30
DECIMO INCONTRO DEL CICLO DI MEDITAZIONI

NIDRA YOGA: PERCORSO GUIDATO PER
CONTINUARE A CONOSCERE SE STESSI

In questo ultimo incontro,che sarà quello conclusivo,si tireranno le somme del lavoro svolto. Si andrà in profondità per applicare al meglio quanto imparato, attraverso tecniche di yoga nidra. Lo yoga nidra ha gli stessi benefici delle pratiche di meditazione,agendo su quella che potremmo definire l’energia del cervello. Attraverso lo yoga nidra è possibile indurre un particolare stato di “sonno” nel quale corpo e mente sono in grado di rilassare le tensioni e favorire alcuni aspetti cerebrali come la creatività,diminuzione dello stress etc. Si creerà quindi un ponte tra mente conscia ed inconscia per arrivare ad introspezioni intuitive,situazioni creative,spunti per risolvere problemi che appaiono insormontabili. Verranno distribuite le dispense inerenti il lavoro svolto e una bibliografia. Un ciclo si chiude ma sicuramente un altro si aprirà per continuare a crescere e condividere.

OBBLIGATORIA LA PRENOTAZIONE, IL CORSO E’ MOLTO AFFOLLATO.
E’ VERAMENTE BELLO CONDIVIDERE QUESTO SPAZIO DI CRESCITA.
OM SHANTI

Simona

Centro Studi Yoga Zenith
Corso Torino 38/2 16129 Genova
Tel. 347 9186722
[email protected]

Emozioni, intenzioni e sentimenti

YV7J0088

10 incontri di meditazione a cadenza bimensile

Ogni primo e terzo martedì del mese presso il Centro Yoga Zenith, corso Torino 38/2 Genova tel. 3479186722
A cura di Antonio Strafella e Simona Cappello.
Si avrà modo di esplorare le varie tradizioni meditative e di apprezzarne il loro valore benefico a vario livello.
Si sperimenteranno tecniche, modalità, approcci che permetteranno di far evolvere la nostra consapevolezza per gestire le emozioni negative e “nutrirsi” di quelle positive. Si avrà modo di esplorare la paura, la rabbia, la frustrazione,l’ansia, ma anche la gioia, la bellezza, l’autostima e l’auto-progettazione. Ogni incontro avrà la durate di circa due ore a partire dalle 19.30. Su richiesta verrà rilasciato attestato di partecipazione.

Serata di presentazione gratuita venerdì 12 febbraio ore 19,30.
Calendario degli incontri
Febbraio martedì 16
Marzo    martedì 1 e 15
Aprile   martedì 5 e 19
Maggio   martedì 3, 17 e 31
Giugno   martedì 14 e 28.
Ogni primo e terzo martedì del mese presso il Centro Yoga Zenith, corso Torino 38/2 Genova
A cura di Antonio Strafella e Simona Cappello.
Si avrà modo di esplorare le varie tradizioni meditative e di apprezzarne il loro valore benefico a vario livello.
Si sperimenteranno tecniche, modalità, approcci che permetteranno di far evolvere la nostra consapevolezza per gestire le emozioni negative e “nutrirsi” di quelle positive.
Si avrà modo di esplorare la paura, la rabbia, la frustrazione,l’ansia, ma anche la gioia, la bellezza, l’autostima e l’auto-progettazione. Ogni incontro avrà la durate di circa due ore a partire dalle 19.30. Su richiesta verrà rilasciato attestato di partecipazione.

**********

Serata di presentazione gratuita venerdì 12 febbraio ore 19,30.

**********

Calendario degli incontri
Febbraio martedì 16
Marzo    martedì 1 e 15
Aprile   martedì 5 e 19
Maggio   martedì 3, 17 e 31
Giugno   martedì 14 e 28.

**********

Info: Simona 347 9186722
[email protected]

simolotoTendiamo ad essere particolarmente ignari che pensiamo virtualmente per tutto il tempo. Il flusso incessante dei pensieri che attraversano la mente ci lascia pochissimo spazio per la quiete interiore. E ci concediamo comunque pochissimo prezioso spazio semplicemente per essere, senza dover sempre correre qua e là a fare cose. Le nostre azioni sono tutte impulsive piuttosto che intraprese con consapevolezza, sono controllate da quei pensieri e impulsi perfettamente ordinari che attraversano la mente come un fiume in piena, se non come una cascata. Veniamo presi dalla corrente che ci imprigiona e sommerge le nostre vite mentre ci trasporta in luoghi dove possiamo non voler affatto andare e senza nemmeno renderci conto di dove stiamo andando.
Meditare significa imparare come uscire da questa corrente, sedersi sulla sua riva ad ascoltarla, imparare da essa e quindi usare l’energia per guidarla piuttosto che esserne tiranneggiati. Questo processo non accade magicamente da sé. Richiede sforzo; e noi chiamiamo lo sforzo di coltivare la capacità di stare nel momento presente «pratica» o «pratica della meditazione».

Jon Kabat-Zinn
da Meditare.net

E’ stato il mio Maestro. Con Lui ho praticato uno yoga ortodosso e quindi legato alla tradizione. Uno yoga completo che contemplava pratiche fisiche molto forti, tecniche di respirazione, di meditazione, lettura dei testi sacri, recitazione di mantra.

….Anche se ha deciso di non proferire più parola, il maestro “conversa” a vari livelli. Per comunicazioni semplici bastano gli sguardi, i sorrisi e i gesti; talvolta si improvvisa mimo per raccontare un aneddoto. Se invece deve narrare una parabola o instaurare un discorso più impegnativo, allora scrive su un quaderno o su una lavagna, oppure fa dei segni sul palmo della mano e i suoi scritti sono “tradotti” in lingua parlata da Satyavati, sua figlia adottiva. Quando deve insegnare una posizione la mostra personalmente. Se però ne deve spiegare un dettaglio tecnico, allora scrive. In ogni caso, se si ha la fortuna di avere un incontro individuale con lui, si scopre quanto la comunicazione non verbale sia efficace: la sua mimica e soprattutto i suoi occhi trasmettono sempre qualcosa di estremamente intenso. Anche se quindi non è possibile comunicare verbalmente, si può instaurare con lui un dialogo silenzioso, che appare ancora più profondo di quello parlato. L’onda di calore che emana è come un’avvolgente coperta dispensatrice di pace, frutto di una vita vissuta secondo i precetti dello Yoga: primo tra tutti la non violenza. I suoi consigli mirano a riportare tutto all’essenziale e alla semplicità….” da Yoga Journal

Osservate la scioltezza nei movimenti in questo video del 1993, alla veneranda età di 84 anni….

Anche se ha deciso di non proferire più parola, il maestro “conversa” a vari livelli. Per comunicazioni semplici bastano gli sguardi, i sorrisi e i gesti; talvolta si improvvisa mimo per raccontare un aneddoto. Se invece deve narrare una parabola o instaurare un discorso più impegnativo, allora scrive su un quaderno o su una lavagna, oppure fa dei segli sul palmo della mano e i suoi scritti sono “tradotti” in lingua parlata da Satyavati, sua figlia adottiva.
Quando deve insegnare una posizione la mostra personalmente. Se però ne deve spiegare un dettaglio tecnico, allora scrive. In ogni caso, se si ha la fortuna di avere un incontro individuale con lui, si scopre quanto la comunicazione non verbale sia efficace: la sua mimica e soprattutto i suoi occhi tasmettono sempre qualcosa di estremamente intenso. Anche se quindi non è possibile comunicare verbalmente, si può instaurare con lui un dialogo silenzioso, che appare ancora più profondo di quello parlato.
L’onda di calore che emana è come un’avvolgente coperta dispensatrice di pace, frutto di una vita vissuta secondo i precetti dello Yoga: primo tra tutti la non violenza. I suoi consigli mirano a riportare tutto all’essenziale e alla semplicità

spirito risvegliatoSabato 3 maggio 2014
dalle 9.00 alle 17.00

Come in un pellegrinaggio, in un seminario di yoga si compie un viaggio e la disponibilità d’animo ci fa divenire partecipi.
Il seminario tenuto dal Maestro Walter Ruta Thirak si svolgerà per la prima volta nella città di Genova.
Palestra “La Torretta”
Salita S.Gerolamo, 8 GENOVA (Zona Castelletto)
dalle ore 9,00 alle ore 17,00.

Il pasto sarà offerto, semplice e leggero.

Il costo:
60 euro (meno di 20 partecipanti)
50 euro (più di 20 partecipanti)

Walter Ruta Tirak
Formatosi in Italia, continua ad approfondire l’arte della pedagogia in Occidente. Devoto agli insegnamenti del maestro Silente di Madras, Sri Sri Sri Satchidananda Yogi, valorizza la trasmissione degli insegnamenti ricevuti tramite l’applicazione pratica e la ricerca. Insegna regolarmente alla Scuola Yoga PRAMITI di Ventimiglia e nei seminari Yoga in Italia, Francia ed India.

YV7J0092Tratto da Meditare.net

Sorvegliare la mente – Swami Sivananda Saraswati
Ora veniamo alla pratica yogica che elimina le tensioni muscolari radicate in profondità e rafforza l´abilità dell´individuo a fronteggiare gli alti e bassi della vita senza essere trascinato nei meandri dell´infelicità attraverso l´accumulo di nuove tensioni. Il metodo è la meditazione. La tecnica fondamentale di meditazione porta ad uno stato in cui le tensioni nelle differenti sfere della vostra personalità vengono eliminate e rende la mente più resistente alle future cause di tensione.
Sorvegliare la mente – Swami Sivananda Saraswati
Ora veniamo alla pratica yogica che elimina le tensioni muscolari radicate in profondità e rafforza l´abilità dell´ individuo a fronteggiare gli alti e bassi della vita senza essere trascinato nei meandri dell´infelicità attraverso l´ accumulo di nuove tensioni. Il metodo è la meditazione. La tecnica fondamentale di meditazione porta ad uno stato in cui le tensioni nelle differenti sfere della vostra personalità vengono eliminate e rende la mente più resistente alle future cause di tensione.
La psicologia moderna tenta di insegnarci a liberarci dalle paure ma questo è più facile a dirsi che a farsi. Sembra impossibile liberarsi delle paure e delle fobie profonde. Prima di tutto, bisogna essere coscienti delle loro cause, e per farlo la mente deve essere rilassata in modo che possa esaminare sé stessa. Come può la mente rilassarsi se i campi del subconscio sono in uno stato di tensione? Il metodo è attraverso la meditazione. continua…