Il massaggio è l’arte più antica creata dall’uomo e, già alcuni millenni prima di Cristo, alcune grandi civiltà avevano elaborato forme di massaggio curativo. In quale modo l’idea del massaggio sia nata nella mente dell’uomo è intuitivo, basti pensare al riflesso incondizionato di frizionarsi una parte dolente allo scopo di apportare sollievo. La mano dell’uomo è terapeutica: è capace di portare vita nuova nei tessuti, di sostituire il dolore con il piacere, di ristabilire un equilibrio turbato. Il massaggio tocca contemporaneamente sia il livello fisico che quello emozionale e psicologico. Al termine di una seduta di massaggio, tutte le componenti di una persona tendono all’equilibrio: il corpo è rinvigorito e tonificato, la mente è calma, la persona è più in contatto con le proprie emozioni. Quando il fisico è in ordine anche la psiche lo è e viceversa. Il corpo parla da sé. Il modo di tenere le spalle, l’irrigidimento del collo, la contrazione della mascella possono rivelare molto del carattere di una persona; d’altronde, le tensioni quotidiane a cui si è sottoposti si somatizzano nei tessuti profondi riducendone la risposta vitale. Il massaggio ha lo scopo di alleggerire le difese dell’Io profondo, di sciogliere le tensioni e consentire il fluire delle emozioni e dell’energia vitale. Per fare un buon massaggio, è necessario avere una conoscenza adeguata di alcune nozioni di anatomia relative alla zona da massaggiare. Conoscendo la struttura del nostro corpo, è più facile capire la natura del problema o del dolore e agire di conseguenza. Esaminiamo, con brevi nozioni anatomiche, una delle zone in cui, in modo particolare, le tensioni psico-fisiche provocano maggiori problemi e cioè la zona COLLO-TESTA-VISO. La struttura ossea del collo è costituita dalla regione cervicale della colonna vertebrale, formata da sette vertebre che hanno il compito di consentire la rotazione della testa. La prima vertebra cervicale, detta atlante, unendosi all’osso occipitale del cranio, permette alla testa di muoversi avanti e indietro. L’atlante si articola anche alla seconda vertebra cervicale consentendo la rotazione e l’inclinazione della testa. Queste due articolazioni permettono l’ampia mobilità della testa, principale recettore di stimoli del nostro corpo…leggi tutto