Un’altra bella posizione che lavora sulla terra e così sulla radicatezza e la stabilità. Ma allo stesso tempo, con il massaggio agli organi interni, stimola il nostro fuoco interiore e muove grande energia e vigore al nostro interno e proprio per questo è adatto alle persone un po’ pigre ed apatiche.

Esecuzione: si parte in posizione carponi, le mani aperte come le spalle ed in linea con le ginocchia, a disegnare un quadrato (simbolo della Terra), i piedi uniti e puntati a terra. Inspirando si inarca il busto, spingendo in alto bacino e testa. Espirando fare forza sulle mani e sulle punte dei piedi per sollevare in alto il bacino. Il busto e le gambe vanno a disegnare un triangolo, i talloni spingono e scendono al suolo, le braccia tese sono sulla linea del busto. Peso del corpo equamente distribuito davanti e dietro, in equilibrio. Le orecchie sono sulla linea delle braccia.

cane1

Seconda variante: una variante più avanzata porta la sommità del capo al suolo, con la flessione delle braccia e avambracci e gomiti a terra. La posizione prende il nome di Mukha Svanasana (posizione del cane che porta la faccia al suolo). Questa posizione irrobustisce gambe e braccia e caviglie, corregge i difetti della colonna vertebrale e rinforza il busto, tonifica e massaggia gli organi addominali.

cane2